Symantec: le applicazioni Facebook rivelano “accidentalmente” alcuni dati personali degli utenti

Secondo Symantec, nota azienda da anni impegnata nel settore della sicurezza, le applicazioni (client) dedicate a Facebook rivelerebbero alcuni dati personali degli utenti che le utilizzano per accedere in mobilità al social network più famoso ed utilizzato al mondo.

Gli advertiser, riporta Symantec, potrebbero avere accesso ad alcuni dati personali degli utenti, come fotografie e cronologia della chat, grazie ad una falla di sicurezza che si è venuta a creare con il raggiungimento delle 100.000 applicazioni Facebook e che riguarderebbe sia le versione web di Facebook sia quella mobile.

Fortunatamente, Symantec non ritiene che alcun advertiser abbia ottenuto dati sensibili degli utenti tramite questo stratagemma, e anche Facebook, a sua volta, ha avviato una serie di azioni per porre rimedio alla situazione. Il problema sembrerebbe essere legato alle chiavi di accesso, tutte differenti tra loro, che ogni applicazione utilizza (Facebook Connect) per convalidare l’utilizzo del programma con il proprio account Facebook.

Symantec avvisa quindi gli utenti di modificare la propria password di accesso per evitare di incorrere in furti “accidentali” di dati personali.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...