Apple brevetta il suo “in-app purchasing”

Apple ha pubblicato un nuovo brevetto relativo agli acquisti all’interno delle applicazioni, chiamati “in-app purchasing”, che consentono agli utenti di scaricare elementi o funzioni aggiuntive rispetto a quelle presenti nitidamente in una determinata applicazione.

La questione degli acquisti in-app è molto importante, perché nei mesi scorsi la Lodsys aveva intrapreso una battaglia legale contro tutti gli sviluppatori iOS che facessero uso di questa funzione rei, dice, di non avere alcuna autorizzazione per utilizzare un loro brevetto. Questo brevetto depositato da Apple lo scorso 26 aprile e pubblicato solo tre giorni fa, può mettere fine ad ogni questione, in quanto presenta una serie di soluzioni di acquisto in-app diverse da quelle della Lodsys. Per alcuni esperti, inoltre, il brevetto Apple potrebbe mettere in difficoltà RIM, Google e Microsoft, che recentemente hanno abilitato la funzione “in-app purchasing” nei propri store.

Presto potrebbe quindi aprirsi una nuova battaglia legale, che vedrà Apple contrapporsi a queste grandi società.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...